Brasato al Barolo, risotto allo Champagne, scaloppine al Marsala: sono solo alcuni abbinamenti classici del vino col cibo. Il vino, infatti, può sostituire in parte o del tutto i grassi per cucinare.

Perchè cucinare con il vino?

L’azione del vino in cucina è complessa: arricchisce di per sé gli aromi dei cibi in cottura e ha un’azione solvente che facilita l’amalgama e la diffusione delle sostanze aromatiche di tutti gli altri ingredienti presenti. Si spiega, quindi, l’utilità del vino nella manipolazione delle salse, dei risotti, degli arrosti e degli umidi.

cucinare con il vino-dietista benacchio

Come utilizzare il vino in cucina?

Il vino può essere usato in diversi modi: nelle marinature, all’inizio e a metà cottura, più raramente a fine cottura.

Si deve tenere in considerazione che con il riscaldamento l’alcool etilico contenuto nel vino evapora in parte o del tutto, in relazione a:

  • quando viene aggiunto (durante la cottura evapora di più che se a fine cottura)
  • quale temperatura si arriva (a 100°C evapora completamente)

Quindi, per i vini e i liquori che non contengono zuccheri, si può considerare che se aggiunti all’inizio della cottura, il loro utilizzo non aggiunge calorie al piatto in preparazione.

cucinare con il vino-dietista jessica benacchio

Cucinare con il vino per cucinare con meno grassi

Il vino, inoltre, può essere utilizzato in sostituzione del “classico” soffritto con l’olio o con il burro per la cottura delle verdure: soffriggere nel vino, nel liquido di cottura delle verdure o della carne permette di ridurre il contenuto di grassi nelle preparazioni culinarie di tutti i giorni e, quindi, salvaguardare la linea e preservare la salute.

6961 View

3 thoughts on “CUCINARE CON IL VINO




Leave a Comment