La celiachia è una malattia?

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue scatenata, nei soggetti geneticamente predisposti, dall’ingestione del glutine, sostanza proteica presente in alcuni cereali quali frumento, avena, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale.

Questa intolleranza non è una situazione passeggera, bensì accompagna per tutta la vita la persona celiaca: non esiste una cura che possa far “guarire”, ma sicuramente seguire una dieta senza glutine con rigore garantisce al celiaco un perfetto stato di salute. Questo tipo di alimentazione viene anche detta aglutinata.

 Questo comporta un forte impegno di educazione alimentare poichè l’assunzione di glutine, anche in piccole quantità, può provocare diverse conseguenze più o meno gravi.

Celiachia sintomi

I sintomi della celiachia sono molto variabili, e possono andare dal gonfiore con crampi addominali, alla diarrea persistente e conseguente dimagrimento, a sintomi extra-intestinali, quali affaticamento, anemia, pallore e, nei bambini, ritardo di crescita.

celiachia dieta-dietista-benacchio

Celiachia diagnosi

Gli accertamenti diagnostici per la celiachia devono essere fatti durante un regime alimentare contenente glutine, attraverso la ricerca sierologica (presenza di anticorpi specifici nel sangue, ossia anticorpi anti-transglutaminasi, anticorpi anti-gliadina AGA, anticorpi anti-endomisio EMA) e la biopsia duodenale.

Celiachia cosa mangiare

cos'è celiachia dietista benacchio

Alcuni alimenti possono essere consumati liberamente, in quanto non contengono glutine, quali frutta, verdura, carne, pesce, uova, latte e formaggi, legumi. Tra i cereali che non contengono glutine e che sono, quindi, permessi nella dieta del celiaco ricordiamo: riso, mais, miglio, grano saraceno, amaranto, manioca, quinoa e sorgo. Ci sono poi, prodotti dietetici senza glutine, che si contraddistinguono per la presenza della spiga rossa barrata in etichetta.

 

 

Contaminazione crociata

Attenzione particolare deve essere fatta sia durante la produzione, sia nel momento della preparazione dei pasti in quanto possono verificarsi fenomeni di contaminazione crociata o ambientale da glutine. Per poter avere dei prodotti idonei al consumo dei celiaci è necessario che le aziende produttrici applichino un corretto piano di controllo delle materie prime e del prodotto finito; occorre monitorare costantemente il processo produttivo, gli ambienti di lavoro, le attrezzature, gli impianti e formare adeguatamente gli operatori.

Nel sito dell’Associazione Italiana Celiachia AIC (www.celiachia.it) si può trovare la lista completa degli alimenti “permessi”, “a rischio” e “vietati”.

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo nei tuoi Social Network…

1954 View

One thought on “LA CELIACHIA


Leave a Comment